In base alla normativa in materia di privacy, la società AWP P&C S.A. Sede Secondaria e Rappresentanza Generale per l’Italia, con sede in 20137 Milano (MI), P.le Lodi n. 3, titolare del trattamento informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete.

Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies di terze parti utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa clicca qui


La cura di mente, corpo e anima guiderà i viaggi degli italiani nei prossimi ponti primaverili.

Un’indagine, realizzata da Allianz Global Assistance sulle agenzie di viaggio, rileva che:
  • La sete di cultura (80%) e la ricerca di relax e benessere (15%) spingeranno i viaggiatori a raggiungere per un weekend le principali capitali europee, le città d’arte italiane o le mete marittime.

  • Gli italiani cureranno più il proprio spirito rispetto alla gola. Il turismo religioso è infatti il terzo trend più popolare (4%) e stacca quello gourmet (1%).

  • Le prenotazioni in agenzia reggono all’urto della crisi. Il 55% degli operatori del settore registra richieste stabili o in crescita rispetto allo scorso anno.


Cultura, benessere e… fede. È questa la rivisitazione, in chiave turistica, della più famosa trilogia che emerge quale principale trend delle preferenze di viaggio per i prossimi ponti primaverili. A rivelarlo è una recente ricerca, condotta da Allianz Global Assistance sulle agenzie di viaggio di tutta Italia, che mostra come questi siano i tre driver nella scelta degli italiani per le festività di Pasqua, 25 aprile e 1 maggio.

Se la sete di cultura (80% delle prenotazioni registrate) e la ricerca di relax e benessere (15%) si confermano come i motivi più frequenti posti alla base dei viaggi che gli italiani affronteranno in questo periodo, la sorpresa è data dal turismo religioso: un trend in continua crescita che si colloca al terzo posto nelle scelte dei viaggiatori (4%), staccando i soggiorni all’insegna della buona cucina (1%).

Tra coloro che coglieranno l’occasione dei ponti primaverili per curare il proprio spirito, Roma sarà la meta preferita (37%) a conferma del forte richiamo e della popolarità di Papa Bergoglio. A seguire, le scelte dei religiosi italiani ricadono sulle principali località legate alla figura di Maria, Medjugorie (21%) e Lourdes (19%) e, restando all’estero, sulla Terra Santa (11%). Anche le altre località di culto del nostro Paese (come Pietralcina, Assisi, S. Giovanni Rotondo e Loreto) registrano un buon numero di preferenze (10%)

Vacanze brevi ed europee: è il trend principale svelato dall’indagine di Allianz Global Assistance. La maggioranza degli italiani che si concederanno un viaggio, infatti, lo faranno solo per un weekend (61% dei viaggiatori) e si recheranno in Europa (68%) per godere delle bellezze culturali e artistiche delle diverse capitali del continente (80%). Per i più fortunati, che riusciranno a staccare per un periodo più lungo (una settimana il 35%; due settimane solo il 4%), i mari esotici rappresentano la destinazione più ambita (72%).

In generale la ricerca evidenzia come, nonostante la crisi economica in corso e la contrazione dei consumi, le prenotazioni in agenzia rimangano stabili rispetto allo scorso anno o in crescita. Gli italiani si confermano, quindi, un popolo di viaggiatori.
Oltre al viaggio, nel 79% dei casi gli italiani hanno acquistato anche un'assicurazione: si tratta principalmente di polizze contro l'annullamento del viaggio (83%) e di assistenza sanitaria (77%).