In base alla normativa in materia di privacy, la società AWP P&C S.A. Sede Secondaria e Rappresentanza Generale per l’Italia, con sede in 20137 Milano (MI), P.le Lodi n. 3, titolare del trattamento informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete.

Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies di terze parti utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa clicca qui


Come preparare il vostro kit di pronto soccorso

Come preparare il vostro kit di pronto soccorso

La vacanza dovrebbe essere un momento di relax, avventura e divertimento, ma non possiamo portarci dietro tutte le comodità di casa. Vi sono però alcune cose che dovreste assolutamente mettere in valigia prima di varcare la soglia di casa e partire.

Primo, separate i vostri farmaci di tutti i giorni (solita terapia, contraccettivi, pillole antimalariche) dal kit di pronto soccorso (usato meno spesso).

La trousse medica deve essere usata in situazioni di emergenza. E’ preferibile che sia piccola e compatta in modo da poterla portare facilmente con voi in tutte le escursioni; meglio se di colore vivace in modo da poterla trovare facilmente e non dimenticarla nella vostra stanza d’albergo o mentre fate un’escursione. Scegliete una trousse con una tracolla. Oltre a renderla più facile da trasportare e di accedere più facilmente alle varie tasche, la tracolla vi permette di trasportare la trousse in modo igienico, indipendentemente dall’ambiente.


Ecco alcuni suggerimenti che vi permetteranno di preparare una trousse medica come si deve:

  • Verificate il contenuto ogni anno e aggiornatelo se necessario: togliete eventuali farmaci o prodotti scaduti o quelli che sono stati esposti a temperature molto alte nel corso di un viaggio precedente (in particolare in paesi molto caldi o umidi).
  • Per ogni viaggio, ricordate di adattare il contenuto della vostra trousse al paese di destinazione. Per esempio, se vi recate negli Stati Uniti, non è necessario sovraccaricare la vostra trousse; al contrario, se vi recate nella Cina Centrale, nello Yemen o sulle Ande, avrete bisogno di una trousse medica completa.
  • Pensate anche al tempo di permanenza e pianificate di conseguenza.
  • Attenzione al trasporto di liquidi se avete bambini piccoli! Scegliete tappi avvitabili e flaconi a tenuta ermetica che non perdano durante i voli lunghi o a causa di cambiamenti di pressione dell’aria. Scegliete piccoli flaconi solidi di plastica che potete trovare dal vostro farmacista o in negozi di articoli sportivi. I flaconi monodose, usa e getta sono la scelta migliore.
  • Utilizzate sacchetti di plastica con chiusura a zip per proteggere i vostri articoli fragili e i documenti importanti dall’umidità (compresse, pillole, capsule ma anche il vostro passaporto, le prescrizioni mediche, il libretto di vaccinazione…).

L’elenco seguente viene fornito solo a titolo indicativo su quello che vorreste poter includere e non intende in alcuno modo essere esaustivo:

  • Annotate tutti i numeri di telefono di emergenza.
  • Ricordate di portare con voi un termometro, soprattutto se viaggiate con bambini.
  • Forbici multiuso impachettate, spille da balia, pinzette per rimuovere schegge, aghi da cucito appuntiti anticorrosione, cotton fioc, un accendino usa e getta, uno specchietto da tasca infrangibile, salviette igieniche o assorbenti interni, preservativi e uno o due sacchetti di plastica per rifiuti.
  • Per le escoriazioni, i tagli e i graffi, portate con voi cotone assorbente e un antisettico (disinfettante alcolico a 70°o alcool a base di iodio, salvo se siete allergici alla tintura di iodio). Le salviette disinfettanti preconfezionate sono più igieniche e più pratiche: chiedete un parere al vostro farmacista. Anche le fiale monodose di antisettici sono sempre consigliabili.
  • Aggiungete bende di tessuto o simili, bende autoadesive che non incollino sulla pelle, cerotti per vesciche, strisce adesive per suture, e un assortimento di varie fasce per tagli e piccole ferite.
  • Creme e unguenti per ustioni e scottature dovute al sole.
  • Proteggetevi dalle punture di insetti portandovi repellenti per le zanzare e possibilmente anche una zanzariera o candele repellenti per le zanzare.
  • Se necessario, portatevi un purificatore d’acqua e della vitamina C per coprire il sapore dell’acqua disinfettata e per aiutarvi a superare i problemi di stanchezza e non legati al cambiamento di fuso orario. Ma attenzione! Il dosaggio è rigorosamente limitato a 1000 mg di vitamina C al giorno per gli adulti e deve essere proporzionato al peso del bambino.
  • Se portate lenti a contatto, ricordate di portare con voi il contenitore e i prodotti detergenti (disinfettante, sapone, neutralizzatori, soluzione salina).
  • E non dimenticatevi dei contraccettivi. State attenti ai cambiamenti di ora per quanto riguarda le pillole anticoncezionali minidose e gli spiacevoli effetti collaterali dei farmaci associati, come ad esempio gli antinfiammatori. In caso di dubbio, rivolgetevi al vostro medico.
  • Non portate con voi siringhe o aghi ipodermici (salvo che abbiate prove che documentino la loro necessità), perché in certi paesi gli agenti doganali e le persone addette alla sicurezza aeroportuale possono essere molto pignole durante la perquisizione del vostro bagaglio.

Qualsiasi farmaco autosomministrato senza parere medico può essere molto pericoloso. E’ fondamentale verificare con il vostro medico le quantità, le indicazioni per l’uso e la compatibilità con altri farmaci prima di mettersi in viaggio.


Per curare qualsiasi tipo di male, di dolore o di malattia che possa insorgere durante il vostro viaggio, portate con voi una trousse medica di emergenza:

  • Procuratevi pillole contro il mal di mare o farmaci antiemetici per prevenire la nausea, il vomito o il mal di viaggio.
  • Contro la diarrea, tenete a portata di mano pillole antidiarroici, in particolare se viaggiate in regioni tropicali o in aree dove dovrete cambiare le vostre abitudini alimentari. E ricordate che la migliore prevenzione è un’igiene accurata. Lavatevi le mani spesso e tenete le unghie corte. Qualora dovesse insorgere una diarrea, fate in modo di idratarvi correttamente.
  • Per i bruciori di stomaco, portatevi pillole antiacidità e una fascia gastrica per chi di voi ha lo stomaco sensibile.
  • Per dolori e febbre, portate un analgesico leggero come il paracetamolo o l’aspirina e alcuni antinfiammatori prescritti dal vostro medico. Attenti a non assumere pillole antinfiammatorie a stomaco vuoto e accertatevi di rispettare il dosaggio consigliato, in particolare nei bambini. Tali farmaci possono avere anche un effetto anticoagulante. Verificate con il vostro medico le loro interazioni con i vostri altri farmaci personali. Se dovesse bruscamente comparire un dolore insolito o febbre, consultate un medico immediatamente.
  • Per dare sollievo al prurito, accertatevi di avere una crema antiprurito a uso topico, un unguento o delle pillole a portata di mano. Chiedete al vostro medico di farvi una prescrizione. Il vostro medico vi spiegherà anche quali sono gli effetti collaterali, in particolare la sonnolenza, che potreste avvertire con gli antistaminici.
  • Per l’herpes e l’herpes labiale: ci vuole una crema dermica da prescrizione. I raggi UV possono riattivare il virus in 24-48 ore e la stanchezza da viaggio può favorirne la riacutizzazione.
  • Sempre con prescrizione medica: collirio antisettico, pillole anti-malaria, antibiotici, sonniferi leggeri in caso di necessità e medicine per neonati o bambini accompagnati.